Tutti gli articoli di Marco Boschet

TESTIMONIANZA 1059

Il mio bruciore allo stomaco non mi dava tregua.  Avevo capito che c’era della tensione …ma non mi era chiaro da dove provenisse. Marco è riuscito a capire e centrare la causa emotiva studiando e analizzando i miei piedi. Mai avrei pensato che il piede potesse essere uno strumento cosi valido. Lo consiglio assolutamente a tutti coloro che vogliono trovare strade alternative per guardarsi dentro. Grazie ancora Marco.

TESTIMONIANZA 1058

Sono stato allo Studio l’alternativa perché avevo dolori alla schiena. Con Marco ho capito che questi erano messaggi piu profondi di quello che immaginavo. Non so come è riuscito a toccare con tatto argomenti della mia vita che effettivamente erano un punto dolente… erano quelli la chiave del mio dolore alla schiena.  Abbiamo fatto un bel percorso insieme che per me è stato un punto di svolta.  Ritornerò

TESTIMONIANZA 1057

Ho conosciuto Marco tramite un amico. Stavo passando un periodo non proprio sereno. Di notte non riuscivo a riposare bene, digrignavo i denti e facevo incubi. Da quando sono stato da lui, i trattamenti di riflessologia plantare sono stati davvero utili perché ho ripreso a dormire bene. Sembra poca cosa…ma io sono rinato davvero. Lo consiglierò sicuramente ai miei amici e colleghi.

DESTINO

Quando si parla di destino siamo abituati a trattarlo come un evento o una serie di eventi che ci accadono indipendentemente da noi,dalla nostra volontà e pensieri.
Credo invece che esso prenda il sopravvento quando noi,per svariati motivi,rinunciamo a tenere in mano le redini della nostra vita.
Non sembra un caso infatti che certi eventi negativi (i quali preferisco chiamarli “esperienze per l’evoluzione “),ci capitano in continuo in momenti in cui smettiamo di lottare;ci “affidiamo” appunto al destino.
D’altra parte non sembra un caso neanche che ,quando cerchiamo con grande entusiasmo di raggiungere un obiettivo (con connotazioni di bellezza, creatività ,verità) ,gli eventi,le situazioni, le occasioni giuste,le persone giuste, arrivano sempre nel momento opportuno ,quando siamo pronti ad accoglierle e a gestirle.
Ecco che il nostro pensiero crea il nostro destino,e il nostro destino la nostra vita.
Non è facile,lo so.Soprartutto perché cio ci rende gli unici responsabili e prevede sempre cambiamenti.
Quindi ,riassumendo,non “affidiamoci” al destino,ma “creiamolo”con pazienza e determinazione…nella verità,cioè quello che NOI sentiamo nostro.Che ci appartiene.

CONTAMINAZIONE DI FELICITÀ

È fin troppo facile notare il fatto che poche persone sono felici.
Molto più difficile ,sembra, trovarne le cause.
Ce ne sono alcune che sembrano fin troppo “ovvie” e meritano comunque un capitolo a parte.
Altre sono meno evidenti,più nascoste.
Si tratta del caso,fin troppo diffuso,in cui la privazione della felicità è dettata dal fatto che intorno a noi abbiamo persone che felici non lo sono.Ci sentiremo quindi “brutti e cattivi” ,e diversi,se noi lo fossimo .
Ecco che la nostra privazione,genera un insieme di atteggiamenti e parole che automantengono vivo in noi e negli altri un sentimento di sofferenza, che NON È NEANCHE NOSTRO .E di fatto non siamo certo noi i responsabili della felicità altrui.
E se decidessimo di essere felici?
Partendo dalle cose semplici che già abbiamo tutti,felici e infelici (un tramonto ,una montagna,un fiore dove non pensavi di trovarlo) e continuando, attraverso progetti ,anche solo di domani.
Questa felicità è contagiosa,e se suggeriamo questa modalità agli altri ,allora diventa CONTAMINANTE .
Il Sole al mattino sorge nonostante tutto. …e mi sembra pure felice.Non vi scappa un sorriso quando ve ne accorgete?Questa è la contaminazione di cui parlavo.
Pensate poi alla primavera, alla gioia della creazione(progetti per noi)che mette in moto una contaminazione floreale e poi di api che ci sfrecciano tuffandocisi. In questo caso la contaminazione è comunicativa.
Nel caso di noi esseri umani la comunicazione è più che altro verbale.
Cioè la parola,che è potente e creativa,nel senso che crea!
Dell’uso della parola ne parliamo un’altra volta.

L’ORIGINE DEL POTERE?

Occasioni di vita e di dialogo con persone che incontro non smettono di fornire opportunità per delle intuizioni .
Ecco che di recente,parlando con alcuni, sono stato colpito dal fatto che è socialmente molto apprezzato e accettato,nonché insegnato, e quasi imposto ai bambini maschi di dover fare molta attenzione con le bambine:di non farle male o non offenderle.
Bello,carino…
Ma con che motivazione?
“Perché loro(le femmine)sono deboli e delicate”.
Ecco qua che ancora una volta vien deviato il concetto di far le cose solo per amore,senza discriminanti,il che significherebbe. ..trattare bene tutti,maschi e femmine.Di avere perciò un’uguaglianza.
È probabile che questo sia solo l’inizio del sentimento di potere che l’uomo crede di avere nei confronti della donna.
Perché?
Perché il concetto bambinesco di “debole e delicata ” potrà trasformarsi facilmente nel maschio adulto in “buona a far niente e bisognosa di una guida”,o cose ancor peggiori ,magari abbinato nel frattempo al “mesaggio” religioso che ci vien dato di Eva.
Le conseguenze son fin troppo note in alcune famiglie,e perfino alla luce del sole nei luoghi di lavoro.
Se non viene corrotto, l’amore può DA SOLO insegnare all’uomo a farsi trasportare dalla donna ad un ottava più alta e alla donna a farsi accompagnare dall’uomo a diffonderlo agli altri.
Marco

L’USO DELLA PAROLA

Già. ..la parola ha il potere di esprimere, comunicare e anche pensare. È quindi con essa che creiamo gli avvenimenti della nostra vita.
Potremo riassumere il concetto con uno slogan tipo:
-“Attenzione,le parole sono creatrici”
Essa è però un arma a doppio taglio. Se da una parte può creare bellezza,dall’altra può causare l’inferno in terra.
Pensate, un semino di timore o dubbio non costruttivo immessi tramite la parola in una mente fragile,cosa potrebbe causare.
Potrebbe essere《”hai un colorito che ho visto solo in persone malate”》,e alimentare nella persona il dubbio di essere malato.
Oppure 《”sei poco carina”》,e creare,in una ragazza, il timore di non essere accettata.
È come un incantesimo. ..
È necessario quindi,che si faccia strada il concetto di impeccabilità della parola,nel senso di usarla “non contro te stesso”.
Essa infatti, può causare una serie di avvenimenti, se usata male,che possono ritorcersi contro.
La parola usata male,dicevamo,crea come degli incantesimi .
Pensiamo al pettegolezzo, che influenza il pensiero di chi lo ascolta,si espande a macchia d’olio, aumenta di forza, e crea una catena di eventi incontrollati, basati tra l’altro su supposizioni.
Essere impeccabili con le parole significa dunque non infondere false notizie, ,dubbi sterili, timori ,nella mente delle persone e nella tua,liberandoti nel contempo anche dal potere di parole dette da altri,che non troveranno terreno fertile nella tua mente.
Marco

Senso di colpa per avere più degli altri?

Ci avevate mai pensato?
Secondo voi è possibile sentirsi in colpa perché si ha più successo degli altri?
O perché si…riesce più degli altri?
O ancora sentirsi in colpa perché le tue relazioni sentimentali crescono,mentre purtroppo tante crollano?
Sembra strano ma può succedere.
Ci si può sentire addirittura inadeguati,inappropriati,a tal punto che il nostro sentire si riversa in manifestazioni fisiche come sintomi fastidiosi,oppure sentendoci talmente oppressi da non concederci di divertirci.
Pensaci,praticamente ci si può autosabotare!
Ma gli altri non sono affatto vittime di quello che alla fine è un nostro giudizio su noi stessi!
Allo stesso modo noi non siamo di certo vittime del successo degli altri.
Da chi ha una dote che ci affascina,semmai possiamo trarre stimoli per crescere a nostra volta.
E per uguaglianza, ciò che noi abbiamo più degli altri non deve essere una vergogna per noi, ma uno stimolo per altri.
Ecco che ci togliamo così di dosso un autogiudizio pesante,e possiamo ritorare a vivere più leggeri.
Le nostre caratteristiche positive sono solo un’opportunità per gli altri,se la ritengono tale e hanno stimoli,pazienza e fiducia.
Abbiamo quindi il dovere di continuare a fare ciò che ci riesce meglio e farlo bene per essere così felici noi,e infondere una possibilità a chi saprà coglierla.
Marco

ASTROLOGIA EVOLUTIVA

L’Astrologia Evolutiva è uno straordinario metodo per osservare le tue caratteristiche interiori. Scopri di più

Proponiamo L’Astrologia Evolutiva in vari modi:

Il metodo più semplice è quello di analizzare una caratteristica alla volta. Abbinato ad un trattamento di Riflessologia Plantare guarderemo di volta in volta una tua caratteristica astrologica.

_Il tuo Segno e la tua Missione: dove la tua identità si manifesterà e con quali caratteristiche… 25 Euro in più oltre al costo del trattamento riflessologico.

_L’Ascendente: come ti vedono gli altri; come ti poni di fronte alle situazioni nuove.
25 Euro in più oltre al costo del trattamento riflessologico.

_Le tendenze inconsce: cosa ti viene facile, automatico, e come trasmutarle. In più guarderemo il karma Lunare.
25 Euro in più oltre al costo del trattamento riflessologico.

_Il Triangolo Sole-Missione, Ascendente e tendenze inconsce. (Per chi ha già fatto i 3 servizi sopraelencati) . Come interagiscono insieme e come si aiutano od ostacolano, tenendo conto anche dei governatori di segno e ascendente.
25 Euro in più oltre al costo del trattamento riflessologico.

Per chi non vuole fare i passi in abbinato al trattamento riflessologico, proponiamo 2 opzioni:

Il Triangolo Primario. Scopri di più. Contattaci

Il Tema Natale completo. Scopri di più. Contattaci